In questa sezione puoi trovare alcune risposte alle tue domande sui quesiti del GPL.

Per i serbatoi GPL è necessario richiedere le autorizzazioni ai Vigili del Fuoco?

Per ogni serbatoio di GPL ai fini della sicurezza antincendio deve essere presentata una SCIA (Segnalazione Certificata Inizio Attività) e detta attività è individuata al N.4 sott. 3 cat. A del D.P.R. 01/08/2011 N.151, fino a serbatoi con capacità non superiore a 5 m3 e non a servizio di attività soggette.

La SCIA sostituisce il CPI (Certificato di Prevenzione Incendi) ed ha una durata di cinque anni dopo i quali dovrà essere rinnovata rivolgendosi alla Società fornitrice di GPL, oppure incaricare un tecnico antincendio abilitato per espletare la pratica.

Alla presentazione della SCIA è necessario produrre in copia la dichiarazione di conformità, che comprova la regolarità dell’esecuzione dell’impianto di adduzione del GPL dal serbatoio alle apparecchiature di utilizzo (Legge ex 46/90 ora D.M. 37/08 e successive modifiche e integrazioni).

Sono obbligatori gli estintori per i serbatoi di GPL?

Per legge, modifica del Titolo V del D.M. 14/5/2004, si dispone che in prossimità del serbatoio di GPL, anche all’esterno della recinzione, in adiacenza ai fabbricati serviti, devono essere tenuti almeno n. 2 estintori portatili da Kg. 4 cadauno con capacità estinguente non inferiore a 13A 89B-C (Per depositi maggiori di 0,3 m3 e fino a 5 m3).

Mentre per depositi oltre i 5 m3 devono avere carica minima pari a 6 Kg e capacità estinguente non inferiore a 21A 113B-C.
Per depositi fino a 0,3 m3 deve essere tenuto un solo estintore avente carica minima pari a 4 Kg e capacità estinguente non inferiore a 13A 89B-C.

Come posso sapere se è possibile installare un serbatoio di GPL?

La sicurezza viene prima di tutto, dovranno essere verificate sul posto le condizioni di installazione del serbatoio di GPL tenendo presente le distanze di sicurezza, facendo riferimento al D.M. del 14 maggio 2004 , D. M. del 05 luglio 2005 e D.M. del 4 marzo 2014 e successive modifiche e integrazioni.

A che distanza i serbatoi GPL fuori terra devono essere installati dalla vegetazione?

I serbatoi GPL fuori terra devono essere contornati da un’area, avente ampiezza non minore di 5 m. completamente sgombra e priva di vegetazione che possa costituire pericolo di incendio. Ove tale distanza non possa essere rispettata, la base della rete metallica, dovrà essere costituita da un muretto alto almeno 0,5 m.

Qual è la durata di un contratto di fornitura GPL per il serbatoio interrato e fuori terra concesso in comodato all’utente?

Il contratto di fornitura GPL con il serbatoio fornito in comodato avrà validità fino al completamento del secondo anno successivo alla data della prima fornitura di GPL. Il contratto si rinnoverà tacitamente, di volta in volta, per analogo periodo, salvo disdetta da comunicare con raccomandata A.R. almeno 3 (tre) mesi prima della scadenza.

Che segnaletica deve essere presente al deposito di stoccaggio di GPL?

Appositi cartelli fissi ben visibili devono segnalare il divieto di avvicinamento al deposito da parte di estranei e quello di fumare ed usare fiamme libere. Apposito cartello fisso deve indicare le norme di comportamento e i recapiti telefonici dei Vigili del fuoco e del tecnico della ditta distributrice del gas da contattare in caso di emergenza.

La segnaletica deve essere applicata come segue: sulla recinzione del deposito, oppure sul lato visibile o sui lati visibili dei serbatoi, oppure su supporto autonomo.
La segnaletica di cui sopra può essere applicata in forma rigida, autoadesiva o verniciata.

A chi compete l’installazione del serbatoio di GPL?

I nostri installatori, abilitati all’esercizio, eseguiranno per tuo conto tutte le operazioni idonee per una corretta installazione del serbatoio di GPL, rilasciando la certificazione di corretta installazione nel rispetto delle normative vigenti.

Ho degli obblighi d’acquisto annui di GPL?

Saranno da te effettuate le richieste per i rifornimenti al serbatoio di GPL e non ci sono vincoli di acquisti minimi annui.

Per il serbatoio GPL interrato qual è il sistema alternativo alla recinzione?

Con il D.M. del 4 marzo 2014 nel caso di serbatoi GPL interrati, quando il deposito è collocato in aree private aperte al pubblico, sistemi alternativi alla recinzione sono consentiti, purché assicurino equivalente protezione degli elementi pericolosi del deposito. La protezione è ritenuta equivalente se costituita da una struttura che abbia i seguenti requisiti:

– sia non combustibile;
– racchiuda il pozzetto con tutti gli elementi pericolosi del deposito;
– sia ventilata e chiudibile con lucchetto.
Il serbatoio GPL interrato può essere protetto, in alternativa alla recinzione, mediante apposita struttura in calcestruzzo, anche prefabbricata, le cui pareti distino almeno 0,5 m dalle pareti del serbatoio.

A che distanza i serbatoi GPL interrati devono essere installati dalla vegetazione?

Per i serbatoi Gpl interrati è vietata la presenza di alberi ad alto fusto per un raggio di 5 m dal contorno del serbatoio, fatto salvo il caso in cui le modalità di interro del serbatoio prevedano un’idonea protezione in tal senso.
Tale distanza può essere ridotta fino ad 1 m. a condizione che sia interposta una protezione in grado di resistere all’azione di penetrazione degli apparati radicali.

Può ritenersi idonea, acquisendo la specifica certificazione rilasciata da professionista agronomo, la protezione proposta (relativa all’installazione di un diaframma in vetroresina, situato in prossimità dei serbatoi interrati, in grado di offrire la resistenza meccanica all’azione di penetrazione degli apparati radicali delle piante di alto fusto) (Nota prot. n. P769-967/4106 sott. 40/DI del 4 agosto 2005).

A chi rivolgersi per ottenere i vari permessi e il disbrigo delle pratiche antincendio per le autorizzazioni ai Vigili del Fuoco per l’installazione di un serbatoio di GPL?

I nostri studi tecnici, iscritti all’albo, eseguiranno per tuo conto tutte le pratiche burocratiche per l’ottenimento delle necessarie autorizzazioni antincendio per il serbatoio di GPL.

La recinzione per il serbatoio GPL fuori terra che caratteristiche deve avere?

Gli elementi pericolosi del deposito devono essere disposti in apposita zona delimitata da recinzione in rete metallica alta almeno 1,8 m. e dotata di porta apribile verso l’esterno, chiudibile con serratura o lucchetto; parte della recinzione può coincidere con la recinzione del terreno ove si svolge l’attività servita dal deposito di GPL anche se in muratura, purché la zona di installazione del deposito stesso risulti ben ventilata e siano rispettate le distanze.

Tra gli elementi pericolosi del deposito e la recinzione deve essere osservata una distanza minima di 1 m.

La SCIA per il serbatoio di GPL quanto tempo dura?

La SCIA deve essere presentata al comando dei Vigili del Fuoco competente e deve essere rinnovata ogni cinque anni.

Chi si occupa della manutenzione del serbatoio di GPL?

La manutenzione del serbatoio di GPL in comodato d’uso è a carico della Società fornitrice di GPL che provvederà con i propri tecnici alle verifiche e agli interventi periodici previsti per legge.

Qual è il limite di riempimento del serbatoio GPL fuori terra e del serbatoio interrato?

Di norma il grado di riempimento deve essere non maggiore dell’80% per i serbatoi fuori terra e dell’85% per i serbatoi interrati. In ogni caso il massimo grado di riempimento consentito è calcolato secondo le formule contenute nelle norme europee di riferimento.

Quali sono gli obblighi dell’utente relativamente al deposito di stoccaggio di GPL?
Gli utenti sono tenuti ad osservare le limitazioni imposte al contorno della zona di installazione del deposito ed a non alterarne le condizioni di sicurezza ai fini antincendio.
La valvola di sicurezza sul serbatoio di GPL ogni quanto tempo va sostituita?

Sul mantello del serbatoio è montata una valvola di sicurezza, del tipo a molla, accoppiata con una sottovalvola. Affianco alla valvola di sicurezza è apposto un lamierino con la data di taratura della valvola trascorsi due anni da tale data, la stessa dovrà essere sostituita.

Serbatoi GPL in comodato, interrati e fuori terra, come cambiare il fornitore?

Ogni contratto di fornitura GPL ha la sua naturale scadenza, se hai dei dubbi e quesiti sul contratto in essere, i termini di scadenza, l’inoltro della disdetta, richieste di chiarimenti sul certificato di prevenzione incendi, oggi S.C.I.A., le distanze di sicurezza, puoi richiedere qui una consulenza gratuita al numero +39 3357052701 …il cambiamento passa dalle nostre scelte.

Come avere informazioni per l’installazione di un serbatoio di GPL?

Se sei nella ricerca di un sopralluogo per un serbatoio di GPL, senza impegno, ti forniremo tutte le informazioni utili nel rispetto delle normative vigenti.

Come richiedere un’offerta per i miei consumi annui di GPL?

Se sei nella ricerca di un preventivo o vuoi cambiare il fornitore di GPL in base al tuo fabbisogno energetico, ti forniremo tutte le soluzioni utili per farti scoprire quale è la nostra proposta più adatta alle tue esigenze.

La sicurezza e l’attenzione all’ambiente costituiscono valore di importanza rilevante ed irrinunciabili per l’Agenzia Perasole presente sul territorio da oltre 20 anni.

Per questo motivo realizziamo soluzioni tecnologiche fornendo energia e servizi su misura mediante l’utilizzo di serbatoi di GPL, garantendo con la propria esperienza vicinanza, qualità e affidabilità nell’offerta di propano commerciale al Cliente.

Scegli la soluzione più adatta a te e scopri l’energia su misura che ti assicura il maggior risparmio energetico.

Chiedi subito una consulenza gratuita!

Parla con noi

Tel 335 70 52 701

Scrivi un messaggio

Contattaci